Larry Augustin parla con TechRepublic del suo lavoro a SugarCRM, il motivo per cui scommette sui grandi mercati e come ha contribuito a coniare il termine “open source”.

Se avete familiarità con il termine open source, dovete in parte ringraziare Larry Augustin.

Augustin dal 2009 è il CEO dell’azienda CRM open source SugarCRM. Un imprenditore e investitore veterano nell’ambito della tecnologia, che si è subito appassionato di tecnologie open e che ha partecipato attivamente al gruppo originario che ha coniato il termine “open source”

Lui crede che il modello e la community open source continueranno a giocare un ruolo centrale con riferimento alle tecnologie emergenti e ai trend aziendali.

Ha il vantaggio di dare alle persone una piattaforma open, una serie di tecnologie open, in cui costruire e fornire una struttura per la cooperazione intorno a queste tecnologie che, in passato è mancata nelle aziende” ha detto Augustin.

Seppur egli non veda la possibilità che tutti i software diventino infine open source. Anche se giocherà un ruolo importante, ha detto, l’open source lavorerà in tandem con i software proprietari.

Augustin si unì al consiglio di amministrazione di SugarCRM nel 2005 e assunse il ruolo di CEO nel 2009.

Secondo Augustin, l’impresa come mercato fu considerata una parolaccia tra la comunità delle venture capital quando SugarCRM era agli inizi, ma lui vedeva in crescita e in evoluzione il mercato delle aziende software.

L’Impresa è un mercato interessante oggi perchè è un mercato nel quale, per molti anni, non credo ci siano stati molti investimenti e molta innovazione. Come risultato, oggi ci ritroviamo in un momento in cui ci sono molte opportunità di innovazione nell’impresa IT”

I grandi quattro – social, mobile, analytics e cloud (anche conosciuti come SMAC) – sono stati coerenti, ma ci sono temi che sono trasversali ad essi. Secondo Augustin, il grande tema nell’impresa IT è dare potere agli individui.

Consumismo, BYOD (bring you own device) o BYOA (bring your own app) hanno dato agli impiegati la libertà di svolgere il lavoro. Le app per l’impresa stanno diventando molto simili alle app corrispondenti per i consumer e i dipartimenti IT stanno ragionando molto di più come fornitori di app consumer. Ad ogni modo, l’adozione di queste app per l’impresa è diventata la maggiore sfida che i leader IT si trovano a dover fronteggiare.

Per gli aspiranti imprenditori, Augustin ha due consigli: seguite un mercato realmente grande e create un grande team. Inoltre, un mercato grande lascia lo spazio di fare errori, lo spazio per imparare, e un grande team potrà aiutarvi a gestire le tempeste della vita imprenditoriale.

Leggi l’intervista completa in inglese su TechRepublic.